Alessandra Amoroso - EURO 2000 S.A.S.

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Alessandra Amoroso

Biglietteria Concerti/Eventi > Musica/Concerti
per acquistare i tuoi biglietti:
SEMPRE DA NOI OGGI PUOI…
Biglietteria 
TicketOne e VivaTicket
Euro2000 s.a.s.
Via Cacciatori 77/B Nichelino (TO)
Tel. 011.6809374 - Cell. 334.9718652

Alessandra Amoroso (Galatina, 12 agosto 1986) è una cantante e personaggio televisivo italiana salita alla ribalta nel 2009 grazie alla partecipazione e alla vittoria dell'ottava edizione del talent show Amici di Maria De Filippi. La FIMI certifica le sue vendite complessive per più di 780.000 copie. È stata premiata varie volte ai Wind Music Awards per le sue vendite, ricevendo vari dischi di platino e multiplatino.
Info:

Alessandra Amoroso nasce a Galatina (Le) il 12 agosto 1986; scopre la sua passione per il canto fin da bambina, cosa che la spinge a partecipare all’edizione 2009 del talent-show “Amici” di Maria De Filippi, dove trionfa con il brano inedito “Stupida”.

Proprio Stupida è il titolo del suo primo EP, sette brani (di cui alcuni già presenti sulla compilation “Scialla”) composti con la collaborazione di Roberto Casalino (autore delle canzoni di Giusy Ferreri), Simone Papi (autore e arrangiatore per Raf), Beppe Vessicchio e Nicolò Fragile. Nell'autunno del 2009 esce Senza Nuvole, l'esordio sulla lunga distanza. A un anno di distanza, la Amoroso si cimenta con la sua seconda prova: Il mondo in un secondo, che vede la presenza di alcuni produttori e musicisti importanti del panorama italiano, tra cui Pippo Caballà, già autore del successo di Nina Zilli “L’uomo che amava le donne”. A novembre 2011 esce il nuovo lavoro dal vivo Cinque passi in più, anticipato dal singolo “E’ vero che vuoi restare”.

Nel 2012 vince l’edizione Big di Amici e lancia il singolo “Ciao”, contenuto nella riedizione Ancora di più - Cinque passi in più, che presenta tre inediti e raggiunge subito il primo posto in classifica. Amore puro è il nuovo capitolo discografico del 2013 anticipato dal singolo omonimo. 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu